Archivio per movie

DRILL KILLS -la paura ha un rumore- official teaser online

Posted in Movies, News with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , on aprile 26, 2012 by bloggergeist

Ed ecco quella che si annuncia una ghiotta (o sanguinolenta?) novità per gli amanti dell’horror/splatter. Da una settimana è infatti online il teaser di “DRILL KILLS -Trapano Uccide-“:

un progetto del gruppo Lo Zoccolo Duro, che tramite il crowd funding (a breve uscirà il progetto definitivo per la “raccolta fondi” dal basso) punta a realizzare il lungometraggio dello splatterone in questione, con l’aiuto di tutti gli appassionati e volenterosi che vorranno essere produttori di questa sanguinaria opera prima.

Il Trapano assassino e già finito sulle autorevoli pagine virtuali di diversi siti di genere, tra cui SPLATTERCONTAINER, Bloody-Disgusting.com e DreadCentral i cui link sono consultabili qui sotto anche per spulciare la BREVE SINOSSI in italiano e inglese:

http://www.splattercontainer.com/news/view.php?id=3153&movie_id=2520

http://www.dreadcentral.com/news/54877/drill-kills-alessio-de-nicolas-new-feature-film

http://bloody-disgusting.com/news/229186/indie-round-up-the-cohasset-snuff-film-and-drill-kills-trailer-murder-university-and-full-assassins-short/

Da notare la fattura degli effetti speciali del teaser che sono stati realizzati dalla Fantastic Forge la scuola di effetti speciali di Sergio Stivaletti, nella persona di Federica Di Valerio, mentre le due attrici sono le italianissime Valeria Perri ed Eleonora Gnazi… per il cast tecnico invece vi rimando alla fine del teaser…

A presto per nuove news sulla campagna di crowd funding… nel frattempo vi lasciamo coi motti “FEAR WILL MAKE NOISE” e “IT WILL DRILL YOU UP”, non male come premesse…

Annunci

Online il primo TEASER di NEW ORDER

Posted in Movies, News with tags , , , , , , , , , on novembre 4, 2011 by bloggergeist

Per tutti gli appassionati dello sci-fi e dei film di genere ecco in anteprima il primo teaser del film NEW ORDER con Franco Nero. Ancora top secret le prime immagini col mitico Franco, ma qui possiamo godere la breve e intensa interpretazione di David Wurawa, star della tv austriaca e tedesca. L’attore veste i panni di Thomas James, uno dei “sopravvissuti” al terribile flagello che ha colpito la terra… ma flagello per chi..?

Prossimamente altre news!

 

 

A NEW BEGINNING -NEW ORDER coming soon

Posted in Movies, News with tags , , , , , , , , , , , , , on luglio 17, 2011 by bloggergeist

 

Come promesso ecco una succulenta notizia per gli appassionati cinefili in the world. Il film low budget NEW ORDER, un sci-fi apocalittico con protagonista il mitico FRANCO NERO sembra ormai vedere la luce. Il giovane regista vogherese Marco Rosson, dopo tribolazioni produttive (il film è costato solo 35mila euro) è finalmente ad un passo dalla realizzazione del suo sogno. Una bella notizia per tutti quelli che hanno pochi soldi ma allo stesso tempo grandi sogni.

Per i miei quattro lettori ecco due locandine prova in anteprima assoluta inviatemi dalla Tacci Films, la neonata casa di produzione del film.

A voi quale piace di più?

Locandina NEW ORDER 1

 

Locandina NEW ORDER 2

ITALY HORROR SHOW

Posted in Movies, News with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , on maggio 20, 2011 by bloggergeist

Mentre la nostra italietta continua ad annaspare e a divincolarsi goffamente fra referendum da nascondere, minacce libiche, campagne elettorali no sense e non voglio sapere cosa domani (o forse si, data la mia famosa curiosità), mi pareva giusto scrivere qualcosa. Che non c’entrasse niente. Così dopo un secolo dal mio ultimo, critico, blaterare, che tanti commenti grondanti odio (e che quindi ben vengano) ha portato, vista la mia bocciatura per Shadow di Zampaglione colgo l’occasione per parlare di uno che pare stia scrivendo un film proprio col cantante dei Tiromancino.

Sto parlando del regista Gabriele Albanesi e in particolare del suo UBALDO TERZANI HORROR SHOW. Io e l’androide avevamo già visto IL BOSCO FUORI (o “The Last House in the Wood” che fa molto più figo) qualche anno fa. Il film aveva un budget ridicolo e con una produzione così risicata gli errori durante il film sono frequenti, eppure Albanesi ha saputo dare al tutto la forza del cult vecchio stampo e come fece il vecchio Rob Zombie per LA CASA DEI 1000 CORPI, sbattendosene del citazionale e del riferimento a spada tratta, ha girato il suo film come voleva. E ha fatto bene. Anzi hanno. Sia Rob, che Albanesi. Anzi Gabriele ha fatto così bene che IL BOSCO FUORI in dvd version spopolò in Giappone e in USA è stato distribuito da nientepopodimenoche SAM RAIMI. Niente male. Qualcosa di buono allora c’è, ciò che era strano a quel punto è che l’avevo notato anche io…

Comunque sto divagando perché intanto per Albanesi è arrivato il momento della seconda opera. UBALDO TERZANI HORROR SHOW appunto. Qualche soldino in più, ma niente di che. A produrre è la Minerva dei Manetti Bros. smanettoni e vioclippari che non escono più dal sottogenere zeta e dal videoclippotto alla Max Pezzali. Altro sproloquio scusate… Dicevo Ubaldo… In questo film il nostro regista cambia “registro” e genere. Mentre nel BOSCO c’era tantissimo e immotivato sangue, come il gore e lo splatter impongono (visti anche i riferimenti al filone gore degli States, dai massacri del texas alle case a sinstra), in UBALDO c’è medio è motivato sangue.

Motivato da una sfida psicologica in continuo crescendo molto più vicina al thriller che al film dell’orrore. Da una parte il vincente scrittore horror Ubaldo Terzani, magistralmente interpretato da Paolo Sassanelli che uscito dal giogo Coliandresco da il meglio di se. Dall’altra parte abbiamo Alessio Rinaldi alias Giuseppe Soleri, che vorrebbe fare il regista ma al produttore le sue sceneggie proprio non vanno giù. Ed ecco che nella scrittura del suo film al buon Alessio viene vivamente consigliato un ispiratore che lo porti sulla retta via dell’incubo. Lo scrittore di successo Terzani appunto.

Una trama più alla Carpenter che alla Bava forse. E intanto comincia il crescendo, i colori si fano confusi come la mente di Alessio, annebbiata dalla prepotente personalità dello scrittore di libri mostruosi e che forse è mostruoso a sua volta. Si perchè Albanesi non vuole nascondere la reale natura di Terzani. No. Ma farci vedere fino a che punto il suo spietato fascino luciferino possa influenzare e offuscare la mente giovane di Alessio. In realtà Terzani è il maestro che manca al ragazzo per capire la vera essenza del male, il vero lato oscuro dell’arte che Ubaldo ha catturato e infilato nella sua penna e che Alessio dovrà a sua volta catturare ed immortalare nelle immagini del suo film.

E la discesa nel lato oscuro di Ubaldo e del male, l’horror show, ci fa per un attimo riassaporare l’Albanesi gore che sapevamo prima o poi sarebbe riuscito fuori. Insomma un film da vedere per gli appassionati, anche perché esce in dvd in questi giorni (che volete farci le sale italiane sono così piene di bei bei bei bei film che proprio non c’era spazio…), meno ritmo, meno suspence e meno sangue de IL BOSCO FUORI, ma girato e scritto meglio, un film più maturo, Alessio forse ha trovato la sua ispirazione… E per gli appassionati dello splatter non mancano gli effetti del maestro Sergio Stivaletti, quindi ce n’è per tutti. Al prossimo HORROR SHOW…

Grottesco docet. L’Insolito Sospetto.

Posted in Videos with tags , , , , , , , , , on gennaio 17, 2011 by bloggergeist

Ecco qui una nuova opera de Lo Zoccolo Duro dal gusto demenziale, quando la freddura diviene visione estetica 😉

Enjoy

sTRONcato! Alla conquista dell’inutile.

Posted in Movies, News with tags , , , , , , , , on gennaio 16, 2011 by bloggergeist

Un film con la colonna sonora dei Daft Punk non passa inosservato. Soprattutto se l’opera in questione è una rivisitazione in chiave sequel del film cult del 1982 Tron, visionario esperimento della Walt Disney con scenografie completamente virtuali, realizzate in digitale. 

Insomma si entra definitivamente nell’era del green screen, nel regno della computer grafica. Un film rivoluzionario per certi versi. Per il seguito, Tron Legacy, che esce ventotto anni dopo, per di più in treddì, ti aspetti finalmente che questa benedetta innovazione della terza dimensione dia i suoi frutti. Ovvero che il tanto esaltato treddì ci faccia capire perchè esiste e sia collegato in qualche modo alla narrazione.

E invece no. La bocca ti sia allarga fino a prendere la forma di un sorriso. Si intravedono i denti. Ti si arrossiscono le guance. E’ imbarazzo. Una faccia imbarazzata con gli occhialini treddì. La mia espressione dopo aver assistito al ridicolo finale di Tron Legacy.

L’accozzaglia di informazioni inconcludenti e di presunta informatica, intervallate da spiegoni soporiferi, scene immerse in un treddì che… bho dov’è? A cosa serve? Cos’ha aggiunto al film? Ah già… la confusione, rendono la visione insopportabile.

Jeff Bridges in un attacco di demenza senile accetta il ruolo di protagonista/antagonista nella non-storia e ci spiega che c’è un varco da cui si entra nel mondo di un videogame tramite un raggio che sta nel seminterrato di una salagiochi. Vabbè il film deve soprattutto essere incentrato sull’innovazione visiva… peccato che l’innovazione sia pari al contenuto, ovvero nullo.

Unico punto di forza è invece un sound strepitoso, dagli effetti audio alla colonna sonora, un tesoro sperperato per un sequel da evitare come fosse un film di Silvio Muccino.Dopo l’anonimo Alice in Wonderland la Walt “Treddì” Disney è tornata per regalarci un film di cui presto ci dimenticheremo (per fortuna)… e che le avrà fatto guadagnare fiotte di quattrini (purtroppo). A te studio.

 

La Sacra Corona Unita

Posted in Movies, News with tags , , , , , , , , , , , , , , , , on ottobre 5, 2010 by bloggergeist

Non è una storia sulla mafia vera e propria ma visto il tema e i protagonisti forse si. Metre faccio il mio giro per i blog sulla settima arte mi imbatto in un intervista che vi invito a leggere:

http://www.cineblog.it/post/24087/intervista-esclusiva-a-massimo-emilio-gobbi-regista-di-scarface-2010

e che forse mette una volta per tutte la parola fine al cinema italiano. E si perchè Massimo Emilio Gobbi, che abbiamo visto anche in GOMORRA di Garrone ha deciso di portare sul grande schermo non solo il remake di un remake… ma che remake! Il film in questione è SCARFACE 2010 affiancandosi così a due tizi come Howard Hawks prima e Brian De Palma poi, robetta insomma. D’altronde con un’ ideona come la sua sarebbe stato da scemi non riportare a galla questo tri-make di cui si sentiva assolutamente il bisogno.

Dunque ecco il nuovo scarface, che viste le premesse sarà certamente all’altezza dei predecessori. E si perchè il cast artistico oltre l’astuto Gobbi prevede un paio di stelle del firmamento. Se prima c’erano rispettivamente come protagonisti Paul Muni (sembra addirittura sotto la supervisione di un interessato Al Capone) nel 1932 e poi Al Pacino per il remake del 1983, per il nuovo gangster movie Gobbi ha voluto strafare e mettere un volto a livello… Tony Montana sarà FABRIZIO CORONA. Un attore difficile da gestire a detta di Gobbi. Attore? Fabrizio Corona? C’è qualcosa che non torna… intanto ripeto per chi avesse cominciato a leggere da qui, Fabrizio Corona sarà il nuovo Tony Montana.

Effettivamente, ora che ci penso, uno che fa finta di avere una relazione con Belen ma che pensa in cuor suo alle flaccide curve di Lele Mora la verve da attore ce l’avrà pure… Scelto l’attore giusto, Gobbi si è trovato di fronte a una nuova e difficile scelta. Chi potrà mai sostituire la sinuosa e felina Michelle Pfeiffer? La scelta non poteva che cadere su tre superstar del calibro di BB, che non è Brigitte Bardot ma bensì Brigitta Bulgari (di cui molti uomini conosceranno le prodezze), Paris Hilton (?!!?!) che a sinuosità e forme è seconda solo allo stecco del pinguino che ti mangi al mare e che fa venire i brividi quando lo mordi (la stessa sensazione tra l’altro che mi viene quando penso alla BELLA EREDITIERA e le sue performance da attrice)

e soprattutto quella per cui faccio il tifo io, ovvero niente meno che NOEMI LETIZIA, la protetta che una volta entrata nel pieno della maturità (18anni) ha deciso di farsi gonfiare la faccia dal gommista sotto casa che le ha consigliato due labbra bridgestone che sulla pelle raggrinzita degli over 70 scivolano meglio e non senti il contatto. Noemi d’altronde ha già esordito nella precedente, scomoda fatica del nostro Gobbi, ovvero l’introvabile e invisionabile KAMORRAH DAYS. Aspettando di trovare nei negozi la maglietta ufficiale del film vi lascio, sicuro di aver portato un pò di gioia nei vostri cuori, anche perchè tutta questa storia mi ha messo tanti di quei pensieri per la testa che qualcuno dovrò farlo scivolare sulla tazza… del bagno.